Cassazione: e’ il conduttore che deve verificare se il bene e’ idoneo per svolgere la sua attività