Per giustificare il licenziamento del dirigente, non serve sopprimere la posizione lavorativa, essendo sufficiente che l’anzidetta posizione venga accorpata in capo ad altri. Cassazione Civile – Sez. Lavoro – Sentenza 16 gennaio 2013, n. 890